Questa mattina, presso la Facoltà’ della Formazione della Valle d’ Aosta, si e’ concluso il tirocinio indiretto tenuto da ProXXIma per le studentesse del terzo e del quinto anno. Le relazioni presentate dalle studentesse sono state davvero coinvolgenti, accurate, ricche di immagini, parole chiave e buoni propositi- nuovi intenti che riportiamo qui di seguito. Complimenti a tutte per l’ ottimo lavoro!

“Vorrei utilizzare questa esperienza come uno spunto per il mio futuro lavoro non solo per quanto riguarda le attività, ma soprattutto verso un clima promotore di ascolto e non giudizio. La sfida che mi pongo come futura insegnante e’ di creare percorsi che possano, almeno in parte, rispondere alle esigenze dei bambini di domani” ( Elena).

“Ciò’ che mi porto a casa e’ l’importanza di collocare il proprio lavoro in un orizzonte di senso ampio, volto alla comunità’ e non solo alla singola attività’ realizzata in classe. Il progetto mi ha lasciato la voglia e il tentativo di ricercare sempre la bellezza nelle attività’ svolte on classe e la consapevolezza che anche in moduli brevi, della durata di solo un’ ora, si possono agire tanti aspetti per permettere alle persone di sentirsi riconosciute, accolte, ascoltate e presenti con la mente, con il cuore e con il corpo” ( Sabina)

Categorie: News

Articoli correlati

News

Se l’aggettivo si comporta come un camaleonte

Strategie didattiche per stimolare la memoria visiva dei bambini https://www.erickson.it/it/mondo-erickson/articoli/se-l-aggettivo-si-comporta-come-un-camaleonte/

News

IL DISCORSO DEL RE: L’EQUITÀ SOCIALE VISTA DAI BAMBINI

È trattando gli altri con dignità che si conquista il rispetto per se stessi (Tahar Ben Jelloun) Un elemento chiave che distingue il jazz dalla musica classica è l’improvvisazione: allo stesso modo nella linea “Viaggio Leggi tutto…

News

Nella vita di tutti i giorni, a scuola, cosa sono l’integrazione e l’inclusione?

Le parole che usiamo hanno un loro significato, e integrazione, inclusione sono termini molto comuni nel linguaggio della educazione, talvolta si rischia di usarli a sproposito. Si parla tanto di inclusione. Ma facciamo un po’ Leggi tutto…